CARABINIERI DI GAZZO VERONESE

Dopo una lite tra vicini di casa, un 39enne, ospite a cena di una delle due famiglie coinvolte nell’alterco, per due volte si è abbassato i pantaloni e ha mostrato i genitali (urlando «riprenditi questo!») davanti anche a dei bambini. E quel punto i contendenti sono andati vicini a venire alle mani.

È successo l’altra sera alle 20.30 a Gazzo, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Roncanova e  M.M., un autotrasportatore residente a Nogara, è stato denunciato a piede libero per atti osceni in luogo pubblico aggravati dalla presenza di minori.

Stando alla ricostruzione fatta dagli inquirenti sentendo i vari testimoni, a far imbestialire i confinanti, scatenando poi la reazione sopra le righe del 39enne, sarebbero stati alcuni petardini lanciati nel cortile di casa dai bambini (6,10 e 11 anni) dellefamiglie abitanti nella stesso agglomerato e ritenute parti offese in questa vicenda.